Una nuova luce alla tua casa con i lampadari vintage

Inserire alcuni oggetti di arredo vintage all’interno della propria abitazione, ancorchè moderna, può davvero donare una connotazione di stile e originalità dai tratti molto interessanti.

Occorre soltanto avere un buon gusto oppure affidarsi ad un esperto del settore arredamento che ci consenta di ottenere uno sposalizio perfetto ed equilibrato anche fra elementi del mobilio provenienti da epoche, scuole e lavorazioni diverse.

Questa operazione di fusione è valida ancor di più oggi che la rivisitazione del passato è entrata così profondamente a far parte della nostra cultura in ogni ambito.

L’abbigliamento, la musica, il cinema, l’arte, l’artigianato sono tutti settori che hanno fortemente risentito delle influenze del passato, regalandoci delle interpretazioni talvolta sorprendenti di espressioni artistiche appartenenti a momenti passati e facendoci quasi provare nostalgia di epoche da noi mai vissute.

L’arredamento vintage

Ormai riproporre i grandi classici del passato non è più solo prerogativa di una piccola elite di artigiani e amanti dell’antiquariato.

Nel caso specifico dell’arredamento, infatti, sono sempre più numerosi i produttori che propongono mobili o accessori dallo stile vintage. Moltissime sono le aziende, anche molto note e dai prezzi competitivi che si riforniscono da questi produttori, mettendo in vendita articoli ispirati o risalenti ai decenni tra gli anni Venti e Settanta dello scorso secolo.

Del resto, ancora oggi l’arredo vintage è in grado di conferire agli ambienti una piacevole sensazione di calore e di accoglienza.

L’illuminazione, in particolare, consente di realizzare modifiche tali da riuscire completamente a tramutare l’aspetto di un’abitazione, tramite dei semplici giochi di luci e di ombre e all’impiego di materiali e forme rievocativi dei tempi che furono.

L’illuminazione vintage: cosa offre il mondo dell’arredamento

Abbiamo a disposizione davvero una grande varietà di accessori d’illuminazione che nascono come rievocazioni di modelli del passato: lampade a sospensione, lampade da terra, plafoniere, lampadari, lampadine a filamento ecc.

Con queste e molte altre soluzioni si può trasformare un ambiente moderno e minimalista, dalle linee semplici e pulite, in uno totalmente diverso, dai toni caldi e confortevoli.

Illuminazione e arredamento vintage: le categorie

Provare a categorizzare una macroarea complessa come quella del vintage non è certamente un’operazione semplice, anche se riferita solo al settore arredamento ed in particolare alle componenti d’illuminazione che ne fanno parte.

E’ necessario a tal fine fare una preliminare suddivisione in base allo stile al quale ognuna di queste categorie appartiene.

La principale suddivisione riguarda:

  • vintage industriale: vi fanno parte tutti i mobili, gli accessori, le lampade e i lampadari che rievocano i prodotti del design di tipo industriale, come le lampade a sospensione in acciaio, ferro, ferro battuto o vetro. Questa tipologia di arredamento si avvale moltissimo di strutture dalle linee geometriche e di materiali come legno grezzo, cuoio e metallo spazzolato. I colori possono essere i più svariati e variano solo in base al gusto personale, partendo dal total black, caratteristico di un autentico loft in stile newyorchese, al total white, tipico dello stile scandinavo

  • vintage retrò: è un’area estremamente ampia, che include accessori d’arredamento e illuminazione che si rifanno al periodo degli anni Cinquanta – Sessanta, quando la moda esigeva soprattutto l’utilizzo di colori tenui o pastello, materiali in plastica grezza o lavorata e forme curvilinee. Questa categoria di vintage presuppone un lavoro di ricerca molto dettagliato, nel quale tutti i mobili, i dettagli (tra i quali pizzi, merletti e crochet patterns) e le relative finiture contribuiscono a ricreare l’atmosfera di un preciso arco temporale.

  • vintage shabby chic: letteralmente significa “trasandato elegante”, locuzione che ha fatto la sua comparsa per la prima volta nel 1980 sulla rivista “The World of Interiors” e che rimanda ad uno stile volutamente trascurato, caratterizzato da mobili eleganti e dalle forme classicheggianti e ricercate (spesso ispirate allo stile Vittoriano), verniciate solitamente con tinte tenui e comunque tendenti a colori chiari ma con la particolarità di riportare segni di evidente usura, il più delle volte non autentici (da cui l’utilizzo della parola “shabby”)

  • vintage country: è lo stile che vuole riprodurre quanto più fedelmente possibile la classica casa di campagna dell’West America, ricorrendo principalmente all’uso di colori neutrali e del mondo della natura, come il bianco, il marrone e il verde. Ciò che si ottiene con il country vintage è un’atmosfera accogliente,ingrado si scandire gli spazi della casa più frequentati, come cucina e soggiorno, ma anche gli esterni, come il giardino con lampioni e plafoniere dallo stile un po’ dimesso, perlopiù in ottone o rame.

Dove acquistare lampadari vintage

E’ possibile farsi un’idea degli stili e delle tipologie di lampadari vintage esistenti in commercio oggi facendo anche solo un giro sul web.

Per concludere, un consiglio fondamentale: se state arredando la vostra casa per renderla il più possibile confacente alle vostre esigenze e al vostro senso estetico, non lanciatevi nello spasmodico acquisto di oggetti che vi piacciono senza prima ragionare su come poterli abbinare insieme e inserirli in piena armonia nel contesto che volete ricreare.

Ciò che dovete fare non è riempire le pagine di un catalogo d’arredamento, quindi non eccedete, ma armatevi di pazienza, osservate ogni dettaglio e poi procedete con tranquillità alle vostre scelte.

Written by

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *