Ecco le nuove Rally1 ibride

Svelate le vetture con le quali Hyundai, Toyota e Ford-M-Sport affronteranno la stagione 2022

Così come in Formula 1, anche nel Wrc il 2022 è l’anno che segna il cambio di regolamento. Le vetture del Mondiale Rally abbracciano oggi, in occasione della cinquantesima edizione del Campionato del Mondo Rally, la nuova tecnologia, per un futuro sempre più sostenibile. Questo e molti altri i temi del giorno, in occasione della presentazione ufficiale delle vetture su RedBull TV, in diretta dall’Hangar 7 di Salisburgo, con il Mondiale che scatterà giovedì 20 gennaio, con le relative prove speciali.

Il nuovo progetto a favore della sostenibilità

La power united è formata da un motore elettrico da 100 kW, con una batteria da 3,9 kWh: il pacchetto aumenta il livello di prestazioni più di 500 Cv, riducendo contemporaneamente le emissioni nocive. Le nuove auto Rally 1 sono state progettate attorno ad un telaio aggiornato con celle di sicurezza, con il 100% di carburante privo di fossili e la fornitura di energia sostenibile. Il funzionamento dell’unità elettrica è relativamente semplice: quando si frena si rigenera potenza, da usare poi in fase di accelerazione. Sarà molto interessante comprendere la miglior strategia per ottenere il massimo delle prestazioni, sfruttando la power united ibrida, tenendo conto anche di questo fattore. Per innestare le marce, i piloti dovranno staccare la mano destra dal volante. Una sfida in più per uno stile di guida più simile a quello delle R5 che a quello delle Wrc Plus, almeno riguardo questo fattore.

Se oltre allo sport ti piacciono i giochi online, visita il sito di https://www.zetcasino.info/

Il ritorno di Loeb

Sebastian Loeb fa il suo ritorno nel Mondiale Rally come pilota della Ford M-Sport di Malcolm Wilson: il suo ruolo è quello di sviluppare la macchina e aiutare i giovani talenti della squadra a crescere. Tra questi vi è anche Craig Breen. Quest’anno partono tutti da un foglio bianco e pensano di essere molto vicini a Toyota e Hyundai, riguardo i termini di performance, così come ha anche dichiarato Adrien Formaux: sarà una battagllia tiratissima ed il suo target è quello di salire sul podio. Loeb è da sempre stato il suo idolo. E ora avrà l’opportunità di confrontarsi con il pilota più vincente della storia di questo sport. Se stai già programmando la tua vacanza estiva, magari al mare, ecco quali sono le spiaggie meno affollate del Salento

Thierry Neuville

Neuville, stella della Hyundai, proverà a contendere ad Evans il titolo: Thierry ha affermato che ci sono molti fattori in gioco, tra cui tattiche strategiche e calcoli che fino all’anno scorso non erano neanche presi in considerazione perché erano un motore 100% endotermico. Ci sono diverse filosofie di pensiero riguardo il modo di guidare. Ad esempio, Oliver Solberg spera che la tecnologia ibrida possa favorire la generazione di piloti; realisticamente crede che si tratti di un adattamento con la quale tutti faranno i conti allo stesso modo.

Written by

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.