Orologi da uomo: le tendenze della moda per il 2018

Orologi: uno stile intramontabile

L’orologio è un accessorio che in apparenza sembra caduto in disuso con la sempre maggiore diffusione degli smartphone, molte persone se ne servono anche per controllare l’ora; ma chi ha conservato invariato l’amore per lo stile e l’eleganza indossa ogni giorno un orologio; infatti nel mondo della moda l’orologio è uno dei grandi ritorni quest’anno, un must have che gli appassionati non hanno mai dismesso, e sarà uno dei trend dei prossimi mesi.

Regalare o regalarsi orologi

Oltre che essere un trend estivo l’orologio è da sempre un regalo perfetto per un uomo; se la persona al quale è destinato lo usa con frequenza come semplice accessorio per controllare l’ora è sufficiente scegliere un buon orologio, anche se non di grandi marche e costosissimo; oggi vi sono molti brand che propongono orologi di qualità ma a costi contenuti; se invece si vuole regalare un orologio ad un estimatore, un intenditore la cosa cambia, sarà necessario trovare un pezzo unico, speciale e senza dubbio costoso. Anche regalare un orologio a sé stessi è una buona idea per mettersi al passo con le tendenze del 2018, come con cronotop

Orologi Vintage

la moda è un comparto bizzarro e spesso tutto ciò che è demodé diventa oggetto di interesse; revival che fanno tendenza e glamour; gli oggetti datati  sono soggetti a un crescente interesse da parte di  persone che amano indossare abbigliamento ed accessori vintage. Anche questa estate il vintage riscuote gran successo; ne sono coinvolti anche gli orologi da uomo d’antiquariato. Nelle collezioni per la primavera/estate 2018 molte griffe hanno creato modelli di orologi ispirati agli anni ’60 e ’80; un ritorno all’orologio classico con le lancette, di forma rotonda o squadrata, cinturini in acciaio e altri dettagli che fanno dell’orologio da polso un leit motiv estivo prestigioso, per tutti i fashion addicted maschi un’occasione imperdibile di creare il proprio stile raffinato e glam.

Quando il pigiama si trasforma in un tailleur

Spesso si dice che la donna, in pigiama, è poco sensuale, ma ne siete sicuri? Il mondo della moda dice che le cose non stanno proprio così, tanto che il pigiama è diventato un “must have”.

Uscire in pigiama

Uscire in pigiama è una moda che, già da qualche anno, portano avanti le star: pigiama e vestaglie sono diventati di uso quotidiano, quindi se lo fanno loro, perché non possiamo uscire anche noi, con estrema nonchalance, con il nostro pigiamone ultra caldo con tanto di coniglio o orsetto?

Ebbene, possiamo girare anche noi col pigiama, ma non proprio quello di flanella. Il tessuto più indicato è la seta, tessuto elegante per eccellenza e, se proprio non si ama la tinta unita, si può optare per piccolissime stampe eleganti, che sappiano definire bene l’aspetto chic , eliminando qualsiasi traccia trash. Ricami floreali e righe verticali sono i più indicati per l’ora del tè o per una serata informale. Da non sdegnare neppure un caldo velluto morbido che gioca con il cangiante grazie ai movimenti. Il colore? Blu, rosso o rosa e rigorosamente tinta unita

Il pigiama tailleur

Quest’anno la moda impone pantaloni palazzo e casacche dritte, modelli ottimi anche per le taglie leggermente oversize. Chi desidera sottolineare meglio il punto vita può utilizzare le casacche con cintura.

Indossare un pigiama, però, non vuol dire uscire spettinate ed in pantofole. Si tratta di un abbigliamento che richiede molta cura nei dettagli quindi: capelli con un’acconciatura molto semplice ma elegante, tipo uno chignon o una coda bassa. Trucco naturale ma curato, quindi via al nude abbinato ad un rossetto scuro e a make-up intenso per gli occhi. Una collana eviterà di mostrare il collo nudo e donerà un tocco di eleganza e raffinatezza.

I guru della moda non vietano l’uso del mocassino (di giorno) con il pigiama-tailleur, ma un décolleté a tacco alto è sicuramente l’accessorio adatto. L’elemento più importante, però, è portarlo con scioltezza ed eleganza.

Ritorna il cappotto come elemento essenziale per la moda

Siamo a metà novembre e l’aria comincia a farsi più fresca quindi ecco che il cappotto torna ad avere un ruolo molto nella moda

Il cappotto è legato alle stagioni più fresche quasi per definizione perché l’abbassamento di temperature impone un abbigliamento adeguato per non rischiare di avere delle spiacevoli conseguenze per la salute. Naturalmente non sarebbe l’Italia se da una necessità non ne uscisse qualcosa con una marcia in più in termini di design portando con sé alcuni interessanti elementi in grado di rendere un semplice vestito una piccola opera d’arte. E come al solito avremo una grande opportunità di modelli tra i quali scegliere perché l’offerta è sempre più ampia quindi vediamo come poter creare un look interessante per ogni necessità. Prima di tutto è bene chiarirsi su cosa si ha intenzione di acquistare perché vi sono trench o a doppio petto ma anche per la colorazione perché anche i colori sono molti ma riuscire a trovare quello più appropriato per il proprio stile andando dai colori neutri fino a quelli più caldi.

E’ chiaro che questa è un’operazione abbastanza complicata perché una scelta sbagliata potrebbe rendere problematico l’accostamento dei vari colori. Si va quindi da quelli con tinte più tenui fino a quelli più accesi e da ciò si comprende molto bene che è essenziale studiare bene il modello da acquistare non solo quindi per il suo stile ma anche per il colore. I marchi principali sono sempre gli stessi e vanno da Max Mara fino a Dior con notevoli differenze che possono essere ravvisate sia nei modelli sia nei colori ma nonostante tutto questo la scelta più gettonata è il grigio. Bisogna ricordare che il grigio è molto interessante perché può essere accostato praticamente con qualsiasi colore eliminando non poche preoccupazioni risparmiando del tempo ogni volta che si scelgono gli abiti da vestire. La moda è un momento molto interessante della vita di una persona perché ci fa sentire bene ed è il biglietto da visita quando incontriamo nuove persone. Il cappotto nei giorni freddi è un elemento molto importante perché ha lo scopo di difenderci dalle intemperie ed indossare un capo molto bello.

Questo abito ad alcuni dà un certo senso di protezione perché un bel cappotto caldo ed avvolgente ci fa sentire al riparo da qualsiasi problema posso colpirci anche se, naturalmente, la realtà è un’altra. Voi quale tipo di cappotto preferite? Fatemelo sapere con un commento.