Menu

Come combattere i capelli grassi

gennaio 22, 2018 - Benessere
Come combattere i capelli grassi

Il capello grasso è un problema che colpisce molte persone e, spesso, non ci si rende conto che il problema non è esclusivamente legato all’aspetto: il capello grasso può nascondere dei disagi.

Quando si manifestano i capelli grassi

Premesso che con una tendenza al capello grasso o secco, ci si nasce, è bene sapere che alcuni comportamenti peggiorano la situazione, creando grossi disagi, in particolare se si parla di cuoio capelluto grasso. Un aumento della produzione di sebo, infatti, tende ad ostruire i follicoli che pian piano riducono la loro produzione fino a cessarla del tutto. È in questo momento che ha inizio l’alopecia, ossia il diradamento dei capelli che può essere più o meno importante.

Lavare i capelli più volte al giorno, non risolve il problema, poiché, in questo caso, si va ad indebolire solo la struttura del capello senza risolvere il problema di base. Meglio utilizzare uno shampoo non aggressivo con ph neutro, quindi non acido e non alcalino, che diversamente irriterebbe il cuoio capelluto. Fare solo un passaggio con lo shampoo, meglio se leggermente diluito in acqua. Massaggiate il cuoio capelluto con delicatezza, senza troppa energia perché questo stimola le ghiandole sebacee a riprendere subito la produzione. Per una massaggio settimanale, che aiuta ad eliminare il grasso in eccesso sul cuoio capelluto, si possono utilizzare degli scrub specifici come quelli che potete trovare su www.prodottixcapelli.com. Vanno utilizzati solo una volta a settimana per non impoverire troppo il manto idrolipidico. A proposito di shampoo, evitate quelli per bambini che non vuol dire che sono extra delicati, semplicemente non fanno venire i nodi, non bruciano gli occhi e contengono un ingrediente adatto ai capelli dei piccoli, ma inadatto per gli adulti.

I capelli vanno lavati e risciacquati con acqua tiepida, non troppo calda perché il calore stimola la produzione di sebo. Inoltre, risciacquare con acqua tiepida e poi fredda aiuta ad evitare uno shampoo. Per lo stesso motivo non si deve usare il phon troppo caldo.  Anche i prodotti definiti “antiseborroici” a base alcolica non sono adatti poiché impoveriscono il ph del cuoio capelluto, in modo negativo.

Radici grasse, punte secche

Un altro problema che assilla molte persone, in particolare le donne. In caso abbiate questo problema, cercate di diradare un po’ i lavaggi, magari un giorno sì e uno no. Inoltre se si utilizzano crema idratante o balsamo, assicurarsi di distribuirlo solo sulle punte. Se avete l’abitudine di giocare con i capelli quando siete stressati, evitatelo perché questo comportamento aiuta i capelli a sporcarsi più velocemente.

Un aiuto per i capelli grassi arriva da certe piante ricche di tannini, argilla e hennè naturale (non colorante). Per chi ha solo le radici grasse, questi prodotti vanno applicati solo sul cuoio capelluto e al primo centimetro di capelli. Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale sulla produzione del sebo. Eliminare cibi grassi, fritti, dolci, e condimenti e aumentare consumi di frutta e verdura aiuta a purificare il fegato che a sua volta riduce la produzione di sebo.

Esistono anche degli integratori che aiutano il capello a ritrovare il suo equilibrio naturale, ma questi non fanno effetto se non c’è la volontà di migliorare tutto il proprio stato di salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *