Caldaie: controllo dei fumi è obbligatorio?

I controlli periodici alla caldaia sono obbligatori?

Se abbiamo in casa un impianto di riscaldamento autonomo e una caldaia ovviamente dobbiamo tenere presente che la caldaia e l’intero impianto vanno sempre controllati e tenuti in perfetta efficienza; questo per il benessere di tutta la famiglia ma soprattutto per la sicurezza. Un impianto o una caldaia che non vengono controllati con frequenza possono diventare uno strumento altamente pericoloso per la propria casa, ma anche per tutta la comunità.

Caldaie e fumi

Ma queste operazioni non sono a libera discrezione dell’utente ma bensì sono obbligatorie, ovvero il controllo dei fumi della caldaia va fatto di frequente oltre che essere indispensabile come già detto è obbligatorio; generalmente i Comuni hanno tutti i numeri di serie delle caldaie che annualmente devono essere controllate gli elenchi devono sempre essere aggiornati e comprendere i nominativi di chi ha effettuato la revisione regolarmente e di chi invece ha saltato i controlli. E questa è una grave mancanza ai doveri di buon cittadino. E’ da tenere presente che non effettuare queste revisioni periodiche può far incorrere in una penale da pagare.

Sicurezza e termini di legge

Testo della DPR n. 74/2013, che regola il controllo dei fumi della caldaia

Qui di seguito le tempistiche di legge per i controlli dei vari tipi di caldaia e impianto installati nelle abitazioni private, per effettuare queste manutenzioni obbligatorie è been affidarsi a professionisti come  quelli di Assistenza Caldaie Beretta a Roma

  • Gli impianti termici a combustibile liquido o solido con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere revisionati ogni due anni;
  • Gli impianti a gas metano o GPL con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere controllati ogni quattro anni;
  • Per quanto riguarda gli impianti termici a combustibile liquido o solido, che abbiano potenza superiore ai 100kW, vanno controllati annualmente;
  • Gli impianti a gas metano e GPL con potenza superiore a 100kW si procede con la revisione ogni due anni.

Topi a Magenta: i residenti in allarme per le pantegane

Proliferazione dei ratti: le segnalazioni su e giù per l’Italia

Magenta coinvolta nella giostra dei reclami per la presenza dei topi in città; i residenti sono stanche di fare segnalazioni che restano inascoltate; uno di loro in una recente intervista rilasciata a un giornale locale ha manifestato il suo disappunto cosi: “Il problema è il terreno comunale vicino al cimitero, usato come deposito e lasciato all’abbandono senza alcuna manutenzione Per non parlare di chi transita da via Fucini e lancia il suo bel sacchetto di rifiuti nel terreno comunale come se fosse una discarica autorizzata. Basta buttarci l’occhio per veder i sacchetti di immondizia. La processionaria entra anche nella mia casa si vedono topi e gli alberi, sempre in quel terreno, non vengono curati. Penso sia ora di darsi una regolata. Mi aspetto che in quel terreno ci mettano mano. Sono anni che non viene tagliata l’erba. Penso che qualcuno debba intervenire”.

Anche Milano denuncia il problema “topi”

dall’emergenza ratti non si salva nemmeno Milano; infatti già a fine luglio il “Giorno” riportava le lamentele e i reclami di una residente di una delle zone più esclusive della città: “Pagano” nel testo pubblicato dalla nota testata milanese si legge:  “Alla scuola primaria “Rasori” nell’omonima via, a due passi dalla metropolitana della Rossa è stata segnalata la presenza di numerosi grossi topi. Per fortuna in questo periodo i bambini sono assenti a causa delle vacanze estive. Ma i residenti della via, come Valentina Badalotti, sono sul piede di guerra. Secondo la cittadina, la responsabilità dell’invasione dei roditori è da attribuire alla “cattiva e scorretta gestione da parte dell’istituto scolastico dello smaltimento dei rifiuti che vengono, invece che custoditi in un apposito ambiente chiuso e isolato, abbandonati all’aria aperta nel cortile quotidianamente, con conseguenze che tutti possono immaginare. Una di queste è lo sviluppo di una importante colonia di ratti che si aggirano indisturbati nel cortile della scuola e nei giardini condominiali confinanti a tutte le ore del giorno e della notte”. Intervenire conviene sempre anche per la scoperta di pochi esemplari con una buona  derattizzazione efficace Roma 

I camini più belli d’Italia

Qualsiasi sia l’argomento, qualsiasi sia il campo d’azione, l’Italia si contraddistingue sempre per la presenza di luoghi e articoli più belli al mondo. Non fa eccezione il campo dei camini e per regalarsi una vacanza tra brume e neve, tra vino e rose, nella più romantica delle idee l’Italia offre luoghi incantevoli. Con il bisogno di uno spazzacamino a Varese o a Treviso, ad Aosta o a Torino, tralasciando per un attimo la mera funzionalità per avviarci ad una versione romantica, vediamo insieme i camini più belli di Italia.

Bossolasco

A Bossolasco, nella bballe del Belbo un b&b ha trasformato una casa del settecento in un abiente dai soffitti a travi, con arredi antichi e camini accesi in ogni stanza.

Bricco dei Cogni

Tra i vigneti piemontesi la struttura offre un’atmosfera incredibile. Gli ospiti fanno colazione nella sala con camino acceso godendosi la vista della campagna attorno. A pomeriggio e sera ci ai raccoglie attorno al focolare per il te, per leggere un libro in relax dopo una passeggiata nella campagna

Il Mulino Grande

A Cusago immerso nel verde ma a pochi chilometri da Milano è un piccolo hotel di charme: un 4 stelle ricavato dal restauro di un antico mulino del Cinquecento con 21 camere e suite, lounge bar e spa, realizzato all’insegna della sostenibilità. Geotermia ed energia solare sono utilizzate per la climatizzazione e il riscaldamento dell’acqua, inoltre agli ospiti sono offerti prodotti bio a chilometri zero, coltivati direttamente o acquistati da fornitori selezionati. Le camere sono spaziose e immerse nel verde, nel soggiorno comune scintilla il fuoco del caminetto

Viola della Torre

A Fumane di Valpolicella la sala da pranzo è scaldata da un grande focolare sormontato da un mascherone a bocche di leone. Una dimora di campagna aristocratica, legata alle attività agricole del podere, ma anche luogo pensato per il relax.

Brunelde domus Magna

Ospitalità nel rispetto della natura questo il dictat del Brunele domus Magna. Al suo interno grandi camini dall’ingresso ai salotti e in ogni camera, sono i protagonisti indiscussi della domus. Infatti ovunque si è accolti dal fuoco, dal calore e dall’accoglienza di un evergreen a cui dedicare una vacanza romantica.

Kim Kardashian paragonata a Re Mida

Un Re Mida sexy

Kim Kardashian paragonata a Re Mida, tutto ciò che toca diventa oro; la regina dei reality pare conoscere bene i metodi per far fruttare qualunque attività; ad esempio il suo nuovo profumo che le ha permesso di guadagnare cifre astronomiche, Kim Kardashian è l’influencer più celebre a livello planetario e per quello che concerne i guadagni è considerata un vero e proprio Re Mida del XXI secolo; la sua nuova collezione di profumi sta riscuotendo un grande successo e porta introiti miliardari alla diva, che in pochi anni ha trasformato il suo aspetto e la sua vita.

Un milione di dollari al minuto

Secondo il sito di gossip americano Tmz, le nuove fragranze messe in vendita nel suo store di Los Angeles e sul sito della linea KKW Fragrances le hanno fruttato in poco tempo un vero  patrimonio; soltanto nei primi cinque minuti le vendite hanno raggiunto i cinque milioni di dollari con un ritmo di un milione al minuto. Di fatto tutti i Kardashian sanno come fare soldi; un successo che ha investito tutta il nucleo famigliare da sempre regalando agio e potere.

Incrementare la produzione

L’azienda che produce  i nuovi profumi che sono esattamente: Kimoji Peach, Kimoji Cherry e Kimoji Vibes, per soddisfare le richieste dei clienti ha già deciso di aumentare la produzione; una boccetta ha un costo  di 45 dollari, e tenendo conto che non serviva nessuna campagna pubblicitaria e quindi i costi in questo senso sono a zero, l’incasso della Kardashian è un guadagno netto: L’oro è uno degli elementi di spicco nella vita di questa donna bella e intelligente che ama il lusso, che sa come vendere e come acquistare; in fatto di oro però la star americana non è l’unica a conoscere il modo migliore per averne, venderlo o comperarlo, a questo proposito può essere utile contattare chi compra oro Roma

 

I bagni più lussuosi del mondo

Dalle ultime tendenze i bagni si presentano sempre più dalle linee semplici e pulite, in un abbraccio regolare tra deisgn e praticità. Due le funzioni principali di un arredamento bagno: rispettare la funzionalità e l’organizzazione ed essere quanto più possibile in linea con il resto dell’arredamento di tutta la casa. Considerata ormai una stanza vivibile a tutti gli effetti, con comfort e arredamenti di design quella del bagno è una camera a cui ha avuto accesso anche il lusso sfrenato, soprattutto in alcuni ambienti e in alcuni paesi del mondo, di seguito vi mostreremo i 5 bagni più lussuosi del mondo per enormità degli spazi a disposizione, la luce naturale che li inonda, i mobili su misura e la scelta del materiale.

Italia

In Italia il discorso è comune a quello mondiale. Lasciati lavori duri a persone qualificate dalla capitale, per il servizio di autospurgo a Roma, alle isole con le famose ceramiche sicule  fatte a mano o ai cottage del nord-est, gli elementi del bagno sono fondamentali anche nel bel paese. Ma a vincere per il lusso è l’albergo fiorentino Salviatino. Una suite con due tele ad olio del pittore Gabrie Ban der Leeuw e un affresco del Bruschi da ammirare obbligatoriamente dall’antica vasca da bagno in pietra con altorilievi. Niente male.

Botswana

Fare il bagno sotto la volta celeste nell’incredibile Sanctuary Baine’s Camp dove i bagno sono stati costruiti su piattaforme di legno sopraelevate, decorate da lanterne e abbondante schiuma a fare il resto di uno dei bagni più indimenticabili per chi ha avuto la fortuna di fare questa esperienza.

Francia

Non poteva certo mancare la capitale della moda e del gusto in questa classifica. Siamo a Parigi precisamente al Four Season George V, uno degli alberghi più lussuosi al mondo. Al suo interno, il bagno è separato dalla stanza da letto da una porta scorrevole dove si presenta una vadsca da bagno enorme, circondata da fiori e profumi indimenticabili.

Emirati Arabi Uniti

A Dubai l’Atlantis The Palmha ha uno dei bagni più lussuosi e particolari al mondo. In effetti a chi non è capitato di recarsi in bagno, sott’acqua, e durante la cura del proprio corpo ritrovarsi a tu per tu con ogni tipo di essere vivente del Golfo Persico?

Seyschelle

Presso l’hotel Four Seasons Seychelles, le suite hanno i bagni fatti interamente di legno naturale e sono circondati da pareti di vetro, per sentirsi liberi e immersi in quella meravigliosa natura.

 

La magia dei profumi

Le esperienze olfattive

I profumi sono pura magia e vi sono fragranze capaci di regalare esperienze olfattive indimenticabili un’esperta  di profumi in merito alla capacità di un profumo di far volare la fantasia ha cosi spiegato:  “I viaggi cominciano molto prima degli autobus, degli aerei, degli elicotteri, delle navi, dei piedi. I viaggi cominciano dentro la testa. È lì che ci si deve spostare, altrimenti, niente si muove, e in  quanto motore di pensieri vagabondi, il profumo dà il suo bel contributo. Anzi, può essere addirittura considerato quasi come un’agenzia di viaggi online. Tante, infatti, sono le fragranze che con i loro bouquet sono capaci di trasportarci verso destinazioni mai esplorate.” Viaggiare con il profumo sulle ali dei ricordi.

Odori, sapori, sensazioni e impressioni impalpabili

All’olfatto sono legate molte sensazioni, impressioni e ricordi che spesso diventano indelebili; i sensi sanno imprimere nella memoria molto; e gli esseri umani sono in effetti dotati di una memoria olfattiva eccellente; anche dopo anni siamo in grado di riconoscere un odore, un profumo, con estrema precisione; tutti abbiamo ricordato almeno una volta nella vita un odore, una fragranza: il profumo dei biscotti della nonna, l’odore dei fiori sul balcone, la colonia del papà, l’odore della salsedine, all’olfatto sono legate tante cose, soprattutto ricordi del passato e momenti del presente.

L’olfatto aiuta a conservare i ricordi

I profumi, anche quelli naturali hanno un potere incredibile, possono risvegliar emozioni senza fine; spesso è importante indossare un profumo proprio per farsi ricordare e ricordare qualcuno o qualcosa, a volte basta poco, un oggetto, un lembo di stoffa, un nastro, dove è rimasto impresso quel profumo che emoziona e che commuove, farsi ricordare è un’arte, una sublime sottile malizia, a volte romantica, a volte impetuosa, un’arte facile da imparare se farete come fa dolcelulu che conosce l’arte del profumo.

Ristrutturazione fai da te

Ci sono molti modi per cambiare volto alla propria casa. A volte è un’esigenza reale quella di cambiare il proprio ambiente ma non sempre il desiderio combacia con la nostra disponibilità economica però la nostra città inizia a starci stretta, sia essa Napoli, Roma o Milano, figurarsi la nostra casa. Per alcune cose, per rifare le pareti, per lo smaltimento macerie a Milano dobbiamo comunque affidarci a dei professionisti, ma per altri lavoretti, con meno di 1000 euro, possiamo mettere in atto tutte le nostre conoscenze in fatto di fai da te. Qui qualche consiglio: 

Ricorri ai pallet

Un modo innovativo che sta spopolando è quello del riciclo creativo dei pallet. Grazie a questo materiale è possibile creare divani e poltrone per il salotto, ma anche tavolini originali in legno con una struttura più che solida.

Il cartongesso

Per le esigenze importanti che non possono essere rimandate a tempi migliori il cartongesso è un ottimo alleato per quei lavori che necessitano urgenza. Se non si ha molto spazio e c’è il bisogno di dividere una stanza ad esempio. Tante le motivazioni: i figli che crescono, uno studio privato, un piccolo spazio per il relax, il cartongesso è una soluzione per ogni tipologia di esigenza. Un modo ingegnoso ed economico di creare la privacy all’interno di ogni tipologia di abitazione.

Gli infissi

Anche gli infissi hanno bisogno di una controllatina periodica. Non certo il cambio dei serramenti che risulterebbe oneroso ma si può lavorare sugli infissi della propria abitazione partendo dai segni di usura, ridando vita alle finestre e migliorandone l’efficienza. In questo modo il risparmio sarà anche sui ripari dagli agenti atmosferici.

Il decoupage

Per ristrutturare i mobili di casa una buona idea potrebbe essere quella del decoupage: il decoupage consiste nell’incollare immagini ritagliate da giornali e riviste con la colla vinilica sulle superfici desiderate. La colla fa  presa sull’immagine e così facendo trasferisce l’immagine all’oggetto senza che se ne vedano i contorni. L’effetto è quello di un mobile che sembra dipinto e definito a mano. il più amato è il decoupage con forme floreali o vegetali. I mobili antichi o un po’ malmessi possono essere recuperati con questa tecnica che dà loro nuova vita, e inoltre crea dei pezzi unici e irripetibili con una delle tecniche più economiche per il fai da te. Buon divertimento!

Illuminazione: le novità della moda da interni

Lampadari moderni

I lampadari moderni hanno un forte e nuovo impatto scenico, grazie anche ai nuovi effetti e geometrie futuristiche, le nuove forme rimodellano lo spazio, e vanno oltre la funzione originaria diventando di fatto un complemento d’arredo di spicco, e protagonista dello spazio domestico, oggetti d’arte che in ogni casa moderna crea effetti di rilievo decorativi. Veri oggetti d’arte che non sono più solo un mero mezzo per dare luce alla casa ma oggetti di prestigio che la valorizzano.

Nuove soluzioni e simmetrie

La posizione tradizionale del lampadario è appeso al soffitto e visibile da sotto, e da ogni lato della stanza, mentre il lampadario moderno ridisegna la simmetria e l’equilibrio posizionandosi di lato, alle pareti o con soluzioni angolari; anche le forme si sono evolute, dal classico modello chandelier, fino ad arrivare a forme e modelli più creativi realizzati in una gamma di materiali molto più ricca e ampia di scelte; spazio quindi alla tradizione ma anche a soluzioni più dinamiche e sperimentali che sfiorano i mood scultorei e le tecniche artistiche più rinomate.

I materiali

Le nuove soluzioni di illuminazione comprendono forme e realizzazioni disparate con materiali che vanno dal polietilene bianco al vetro soffiato, all’alluminio verniciato, ma non solo, è stato dato spazio a materiali inusuali come il gesso, la ceramica, ferro e cavi tessili; forme adattabili, personalizzabili e posizionabili a diverse altezze; innovazione anche per quello che riguarda i cavi; ovvero un costante e progressivo rilievo come elemento di decoro  dopo anni durante i quali il cavo era considerato un elemento che rovinava l’impatto visivo quindi da rendere invisibile, oggi, in alcune versioni, contribuisce in maniera rilevante al design e alla versatilità dei lampadari moderni. Nel comparto dell’illuminazione vi sono molti negozi e centri commerciali aggiornati, ma anche sul web si trovano eccellenti occasioni e prodotti di qualità, se sei interessato e cerchi promozioni o sconti  guarda qui 

Cristiano Ronaldo, un miracolo bianconero?

Si griderà al miracolo per causa di forza maggiore se le notizie che circolano ora, prepotentemente s   ul web, si verificassero vere. E la notizia di per se ha già dell’incredibile, nelle prime fasi del calcio mercato per la stagione 2018/2019 per il campionato italiano e per tutti i maggiori campionati disponibili su www.newcalcio.org.  Un nome su tutti: Cristiano Ronaldo. Una squadra su tutte: la Juventus. Le indiscrezioni sono di quelle forti, arrivate clamorosamente dalla Tv spagnola e dal programma “El Chringuito” de “La Sexta” dove è stato ufficialmente dichiarato:  «Cristiano va via dal Real Madrid che accetterà l’offerta di 100 milioni della Juventus. Per il fuoriclasse portoghese è tempo di dire addio dopo aver vinto l’impossibile. Non va via per soldi perché il club gli ha offerto tutto ciò che aveva chiesto, è soltanto finito un ciclo. E lui è stato un grandissimo protagonista. Ora bisognerà preparare l’addio. Un addio all’altezza di Cristiano Ronaldo».

Cristiano Ronaldo alla Juventus per 100 milioni

E’ la notizia dell’anno e in Spagna non si sta parlando d’altro. Nei gironi scorsi la stampa spagnola e quella portoghese hanno svelato le prime indiscrezioni, dando per certo che la Juventus avrebbe già iniziato le trattative per portare il fuori classe portoghese in bianco nero. La proposta contrattuale è di 4 anni per un totale di 120 milioni di euro fino al 2022. La clausola del giocatore è fissata a 1 miliardo di euro ma la Juve e il giocatore avrebbero trovato l’accordo, cosa che renderebbe la cessione decisamente meno esosa per la società di Torino. Il presidente Agnelli avrebbe più volte sentito il calciatore e tra i due sembrerebbe già esserci una forte intesa e una buona sintonia.

Nuove sfide per CR7

La prima su tutte quella del giocatore di vincere per l’ennesima volta la Champions League con un altro club. Dimostrare la propria superiorità su altri campi e altri colori e noi saremmo ben lieti di ammirarlo in Italia. Questo gli incredibili numeri di CR7 al Real Madrid: presenze 397, goal 332, trofei in bacheca con i blancos, 15. Se confermasse gli stessi numeri con la Juventus, il calcio italiano continuerebbe con l’egemonia bianconera per i prossimi dieci anni.

Germania clamorosamente fuori: aspettiamo le altre

C’è dell’eclatante nell’eliminazione ai mondiali di Russia 2018 della Germania, che contro ogni pronostico, come a questo sito, si è qualificata ultima nel proprio girone, alle spalle di Svezia, Messico e Corea del Sud. Non una brutta notizia per noi italiani che, sempre sportivamente parlando, abbiamo preso la notizia non con poca soddisfazione, sia per la questione sfottò della nostra mancata qualificazione, sia per rispondere a tono ad un mondiale che a livello di risultati incredibili ci sta facendo divertire molto. Gli occhi dei tifosi sono tutti puntati sulla nazione russa che, giorno dopo giorno, sta portando le favorite a fare i conti con l’incredibile.

Da buoni italiani difendiamo il palmares

Forse è più questa la questione per cui conviene tifare una squadra outsider. Dopo la Germania che così non passerà l’Italia nel numero di mondiali portati a casa, l’attenzione si sposta sul Brasile che non avrà vita facile sia con la Serbia, sia in caso di qualificazione agli ottavi. Per questo, come in una sorta di effetto domino, seguono nelle squadre che “preferiamo fuori”  l’Argentina e l’Uruguay, la Francia, La Spagna, L’Inghilterra,  tutte qualificate, visita questo sito per gli ottavi di finale. Sperando che possa essere una squadra sorpresa a portarsi a casa i mondiali di Russia 2018

Messico, Russia e Croazia

Sembra che il gusto degli italiani a mondiali in corso si sia posato sulla possibilità che una delle squadre, tra Messico, Russia e Croazia, possano portare a casa il mondiale 2018. Oltre ad aver mostrato un ottimo calcio in campo, non manca almeno per la compagine a scacchi croata, le simpatie per le grandi presenze nel campionato italiano attuali, passate e preannunciate nel cocente attuale calcio mercato. Questa sembra un buon risultato per tutti, così da ricordare quello di Russia 2018 come un mondiale quasi non disputato, o almeno, fuori dai giochi  delle grandi e, speriamo vivamente, come un mondiale ricordato per la vittoria di una squadra fortemente inaspettata.